Aiuole a cumulo? Perché no!

COSA SONO LE AIUOLE A CUMULO

aiuole a cumulo

Le aiuole a cumulo sono delle aiuole rialzate che oltre a permetterci di sperimentare un nuovo metodo di coltivazione, possono offrire numerosi vantaggi e dare un aspetto originale al nostro orto o giardino. Conosciute anche come Hugelkultur, sono tornate alla ribalta dopo la pubblicazione dei libri del contadino Sepp Holzer, che le utilizza per coltivare i pendii della sua tenuta sulle montagne austriache.

Per realizzarle è necessario innanzitutto scavare una fossa nel luogo dove sorgerà l’aiuola, che dovrà essere riempita con materiale di scarto o di recupero come pezzi di tronco, rami grossi e piccoli, foglie e zolle d’erba. Una bella idea per riciclare gli scarti delle potature e le foglie accumulate nel nostro giardino o magari per dare nuova vita ad un vecchio albero che è stato abbattuto. Il cumulo andrà poi coperto con la terra accumulata dallo scavo.

REALIZZARE LO SCAVO

pacciamatura

Nel realizzare lo scavo bisognerebbe stare attenti a tenere separato il primo strato di terra dagli altri: questi pochi centimetri di suolo sono i più fertili e vanno sistemati per ultimi quando il cumulo è stato ricoperto con il resto della terra. Subito dopo la costruzione dell’aiuola è consigliabile ricoprirla con della pacciamatura (cippato di legna o paglia), in modo da permettere alla terra di assestarsi senza subire l’effetto dilavante delle piogge.

L’aiuola può essere coltivata fin da subito. Prima si comincia, meglio è. Le radici delle piantine aiuteranno ancora di più a consolidare e rendere stabile il cumulo. Non ci sono misure prestabilite per costruire queste aiuole, l’importante è che il cumulo finale non sia né troppo piatto né troppo largo. Bisognerebbe poter raggiungere facilmente il centro dell’aiuola senza doverla calpestare troppo, in modo da non compattare il terreno.

I VANTAGGI DELLE AIUOLE A CUMULO

risparmiare sul consumo dell'acqua

I vantaggi di realizzare un’aiuola di questo tipo sono numerosi. Innanzitutto, in giardini di superficie ridotta, ci permette di aumentare lo spazio dove mettere a dimora le nostre piante. Il cumulo poi ha la capacità di trattenere maggior umidità e ci permette di risparmiare sul consumo dell’acqua e sulle innaffiature, soprattutto quando viene mantenuto coperto con una buona pacciamatura.

I vantaggi maggiori vengono però da quello che succede all’interno del cumulo. Il materiale che lentamente si decompone fornisce continuamente sostanze nutritive, rendendo più fertile il terreno e creando un substrato ricco e soffice in cui le piante amano affondare le loro radici!

Grazie a questo processo e con l’aggiunta di pacciamatura e sostanza organica in superficie, non solo la fertilità del suolo non viene compromessa, ma viene mantenuta costante e perfino migliorata di anno in anno. Nel caso in cui risulti troppo laborioso recuperare il materiale per riempire la buca di scavo, un’ alternativa può essere quella di realizzare delle aiuole a cumulo più piccole, creando dei piccoli cumuli di terra e compost.

COSA POSSIAMO COLTIVARE SUL CUMULO

cosa coltivare sul cumulo

Vi si può creare uno splendido orto, pieno di ortaggi buoni da mangiare ma anche belli da vedere, oppure un’aiuola colorata ricca di fiori ed erbacee perenni, magari con essenze che attirino le farfalle e i preziosi impollinatori.

Risultano molto adatte anche per la coltivazione degli alberi da frutto e specialmente per arbusti come ribes, uva spina, more e lamponi. Insomma, le opzioni sono pressoché infinite. L’unico limite che abbiamo è la nostra immaginazione e la nostra fantasia.